Carta dei servizi


Separazione Giudiziale

DOVE

Deposito iscrizione al F.O. Sig. Agonigi piano II stanza 176
Assegnazioni: Sig.ra Stefanini


INFORMAZIONI

La separazione giudiziale può essere richiesta da un coniuge anche se l'altro non è d'accordo. La procedura è esente da bolli giudiziari o diritti di cancelleria. Per ottenere la separazione giudiziale è indispensabile l'assistenza di un legale.


AVVERTENZE

  • dovrà sempre essere allegato il certificato di matrimonio ed il certificato di stato di famiglia;
  • dovranno essere prodotte le dichiarazioni dei redditi degli ultimi tre anni.

REGIME FISCALE

  • contributo unificato: € 98.00
  • diritti: esente

CESSAZIONE DEGLI EFFETTI DELLA SEPARAZIONE

I coniugi si possono riconciliare sia nel corso del procedimento di separazione sia successivamente.

La riconciliazione in corso di procedimento comporta l'abbandono della domanda di separazione; quella intervenuta successivamente alla sentenza di separazione fa cessare gli effetti del provvedimento.

Per riconciliarsi dopo la sentenza di separazione non è necessario l'intervento del giudice; basta l'accordo dei coniugi che può manifestarsi in una espressa dichiarazione in tal senso o in un comportamento non equivoco che sia incompatibile con lo stato di separazione. La riconciliazione cancella i fatti che hanno dato luogo separazione.

Una nuova separazione può essere pronunziata solo per fatti e comportamenti intervenuti successivamente alla riconciliazione.


NORMATIVA DI RIFERIMENTO

artt. 154 - 157 cod. civ. - 708, comma secondo, e 711 cod. proc. civ.


Torna su